Il timo, nemico dell’acne, un amico per la pelle

Il timo non ci aiuta a solo combattere l’acne. Alle sue mille proprietà aggiunge anche quella di avere un’azione defatigante per il viso.

E’ la pianta più umile fra quelle aromatiche utilizzate in cucina e per fama e utilizzo vien dopo alloro, rosmarino, salvia, maggiorana e origano. Eppure è una fra le più preziose per la nostra salute e bellezza.

fiori di timo

La sua azione anti-acne è dovuta soprattutto alla presenza nell’olio essenziale del timolo e del carvacrolo. Si tratta di due fenoli a spiccata azione antibatterica, tanto che fino alla scoperta della penicillina l’olio essenziale di timo era utilizzato in medicina come antibiotico.

Condivide le stesse prorpietà il timo serpillo, sia pure “attenuate” da una minor presenza di terpeni e saponine che tuttavia lo fa meglio tollerare alle pelli ipersensibili.

Per la pulizia delle pelli, soprattutto pelli grasse, si consiglia di detergerle con un infuso di timo, capace appunto di combattere l’acne. Per un’azione più energica occorre invece effettuare dei suffumigi con un poì di timo in acua bollente. Attenzione però a tenere gli occhi ben chiusi perchè gli oli essenziali potrebbero irritarli.

Segnalo solo, in questo spazio dedicato alla bellezza, che l’azione principale di infusi e decotti, assunti per via orale, ha certamente effetti contro tosse e catarro, ma gli ultimi studi lasciano intravvedre anche interessanti proprietà antiossidanti che potrebbero, oltre alla salute in generale, avere effetti benefici anche sul mantenimento di un aspetto giovane e una pelle dai colori brillanti.

Le foglie e i fiori vanno raccolte a inizio estate, quando la pianta è in firitura, e fatte seccare all’ombra per utilizzarle poi tutto l’anno.

Al timo, oltre alle proprietà eccellenti che può vantare, non difetta neppure il buon gusto.

Un’ ultima notazione riguarda la sua capacità di migliorare l’alito, meglio ancora se potenziato nell’effetto da anice e salvia.

Perchè la bellezza inizia, nella percezione di chi ci circonda, già dll’impronta olfattiva che lasciamo intorno a noi.

Buon timo!

Commenta l'articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: